Tu sei qui

RCA, obbligo anche se l’auto è ferma

02 Dicembre 2021

Assicurazione obbligatoria, anche per auto e moto ferme in garage

Una nuova direttiva Europea introduce l’obbligo di mantenere l'assicurazione anche sui veicoli fermi in garage o aree private. Gli Stati Membri hanno due anni di tempo per applicare la direttiva.

 

Tanto tuonò che piovve....
Infatti, dopo che negli ultimi mesi abbiamo assistito al rincorrersi di alcune voci di corridoio, arriva la conferma: l'Unione Europea ha deciso che l'assicurazione auto va sempre pagata, anche sui veicoli fermi ed inutilizzati nei box, garage ed aree private. Ora gli Stati Membri hanno due anni di tempo per rartificare la direttiva, per cui anche in Italia dovremo pagare la RC Auto anche se il nostro veicolo non percorre alcun chilometro lungo le strade pubbliche.
L'unico modo per non pagare l'assicurazione? Questo:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
il veicolo non deve essere in grado di poter circolare e quindi dovrà essere privo di ruote o motore, insomma l'auto dovrebbe essere un vero rottame.
Ovviamente questo nuovo obbligo comporterà una serie di cambiamenti nei rapporti contrattuali tra utenti e assicurazioni. Di certo decadranno quelle polizze che prevedevano la sospensione dell'assicurazione, opzione molto gradita a tutte quelle persone che possiedono una seconda auto o una moto che utilizzano solo in alcuni periodi dell'anno. 
 
“Per effetto di tale decisione tutti coloro non utilizzano auto e moto, preferendo tenerle ferme nei garage, saranno soggetti al pagamento dell’Rc auto – afferma il presidente di Assoutenti Furio Truzzi – l’Europa cede così alla lobby delle assicurazioni, poiché tale misura porterà nuovi introiti nelle casse delle imprese, che già si sono arricchite grazie al blocco della circolazione registrato durante le fasi calde dell’emergenza Covid.
Le modifiche approvate dal Parlamento Europeo vanno nella direzione opposta alle decisioni di paesi come la Germania, dove è possibile bloccare il pagamento dell’Rc auto semplicemente consegnando la targa alle forze dell’ordine, se si decide di non utilizzare per un periodo l’automobile, e contraddicono le affermazioni dell’Ivass e di una parte del mondo assicurativo che proprio in virtù degli stop alla circolazione imposti dal Covid hanno chiesto rimborsi in favore di chi è stato costretto a pagare le polizze assicurative pur non potendo utilizzare le vetture.
 
Come dargli torto...
 
 

 

indietro

CONTATTACI PER UN CHECK-UP DELLA TUA AUTO!

I nostri tecnici sono a tua disposizione per verificare lo stato di salute del tuo veicolo
e darti tutto il supporto di cui hai bisogno!

USUFRUISCI GRATUITAMENTE DEI NOSTRI SERVIZI PLUS

Eleva la qualità del tuo veicolo mettendolo al centro di una gamma di servizi gratuiti
a garanzia dell’efficienza e del risparmio.