Tu sei qui

GPL / Metano Analisi_Comparativa

Metano o GPL confronto

 

Metano o GPL?

Scegli in base alle tue reali esigenze


 

QUALI SONO LE DIFFERENZE TRA VEICOLI A GPL E METANO?

 

Una delle prime domande (se non la prima in assoluto), che ogni automobilista si pone quando medita la decisione di passare al Gas per alimentare il proprio veicolo, è proprio quella relativa al tipo di Gas da utilizzare. Ma quali sono i fattori più importanti da prendere in considerazione se si vuole fare una scelta oculata?

FATTORI DI SCELTA

1. COSTI

Il costo iniziale dell'impianto a Metano è maggiore rispetto a quello del GPL. La differenza di prezzo dell'impianto a Metano viene però ammortizzata in minor tempo grazie al minor costo del carburante rispetto al GPL. In più c'è da considerare che le bombole per il Metano vanno revisionate ogni 4-5 anni, mentre quelle del GPL vanno sostituite ogni 10 anni.

 
2. PERDITA DI PRESTAZIONI

Un motore alimentato a GPL subisce un calo di prestazioni davvero minimo e comunque può essere ottimizzato attraverso una diversa mappatura della centralina gas (a discapito però dei consumi). Con un impianto a Metano il calo di prestazioni è maggiore, nell'ordine del 10%, soprattutto per quanto riguarda ripresa e scatto.

 
3. LIMITAZIONI NEI PARCHEGGI SOTTERRANEI

Le vetture alimentate a GPL dotate degli attuali dispositivi di sicurezza, possono essere parcheggiate nei garage sotterranei sino al livello del 1° piano interrato. Per le autovetture alimentate a Metano, non esiste invece nessuna limitazione.

 
4. PERDITA DI SPAZIO NEL BAGAGLIAIO

Le bombole per il metano, a causa della loro forma cilindrica, vanno poste in genere in fondo al bagagliaio, dietro il sedile posteriore e tendono a limitarne lo spazio utile di carico. Nel caso del GPL invece, il serbatoio a forma toroidale può essere montato nel vano riservato alla ruota di scorta, lasciando così intatto lo spazio utile del bagagliaio. La ruota di scorta può essere lasciata libera nel bagagliaio o in caso di emergenza, si posso utilizzare gli appositi kit di riparazione e gonfiaggio.

 
5. DOPPIA ALIMENTAZIONE

In entrambi i casi dopo l’installazione dell’impianto (GPL o Metano) il veicolo diviene Bi-Fuel, in grado cioè di viaggiare sia a gas che a benzina. In questo modo l’autonomia originale del veicolo viene anche aumentata, in funzione delle dimensioni del serbatoio gas.

 
6. RETE DI DISTRIBUTORI

La rete di distributori di GPL conta in Italia circa 3.000 stazioni di rifornimento, capillarmente distribuite sul territorio e lungo le autostrade. Per quanto riguarda i distributori di Metano invece, la rete è ampiamente sviluppata al Nord, mentre al Sud si sta sviluppando velocemente negli ultimi anni. (www.ecomotori.net)

 

CARATTERISTICHE IMPIANTO

Tipologia Gas 

Metano

Il Metano (Gas Naturale CH4) è il carburante ecologico per eccellenza, fra i più abbondanti in natura. Non si ottiene attraverso processi di raffinazione, ma è pronto all'uso come carburante ecologico fin dall'origine. Nel Gas Naturale non sono presenti impurità, zolfo, composti di piombo o idrocarburi aromatici, quindi i livelli di emissioni inquinanti allo scarico sono bassissimi, con assenza di odori, particolato o residui di combustione.
Il metano viene venduto in Kg: 1 chilogrammo di metano (alla pressione di 200 bar ed a una temperatura di 20°C), equivale a circa 1,64 litri di benzina.

G.P.L.

Il GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) è una miscela di idrocarburi (prevalentemente Propano e Butano), che alle normali condizioni ambientali si presenta alla stato gassoso, ma che passa allo stato liquido a pressioni superiori a 2 bar.

I veicoli alimentati a GPL hanno emissioni inquinanti inferiori rispetto alla benzina e non producono particolato. Inoltre, il GPL bruciando, non produce residui carboniosi. Per questo motivo l’olio motore nei veicoli a GPL si presenta ancora limpido e con proprietà inalterate dopo molte migliaia di Km e ciò contribuisce a ridurre l’usura delle parti meccaniche del motore.

 

Componenti e Funzionamento Impianto

Un impianto di conversione Gas sia Metano che GPL è costituito da due parti principali: Retrofit Anteriore


Spaccato Impianto di conversione a Metano

(1) presa di carico, (2) serbatoio, (3) riduttore / vaporizzatore; (4) commutatore, (5) filtro gas, (6) iniettori gas, (7) centralina elettronica, (8) sensori [pressiione e termperatura gas]


Impianto GPL

(1presa di carico, (2serbatoio, (3rmultivalvola e sensore di livello; (4) riduttore / vaporizzatore, (5) commutatore, (6filtro gas, (7sensori [pressiione e termperatura gas], (8iniettori gas, (9centralina elettronica

 

Il Riduttore/Vaporizzatore ha il compito di vaporizzare il gas che arriva in condizione liquida dal Serbatoio e, gestendone la pressione, lo invia agli Iniettori del gas. Questi ultimi, posti in prossimità degli iniettori a benzina, provvedono all'iniezione diretta del GPL nei cilindri. La gestione di tutti i componenti del sistema-impianto è affidata ad una Centralina Elettronica che dialoga con la ECU (centralina di gestione motore benzina), elaborandone i dati.

 

 

 

Consigli dell'Esperto

I principali fattori di scelta:

  • Percorrenza annua (per il Metano mai inferiore ai 15.000 km)
  • Presenza di distributori nella tua zona di residenza

 

indietro

CONTATTACI PER UN CHECK-UP GRATUITO!

I nostri tecnici sono a tua disposizione per verificare lo stato di salute del tuo veicolo
e darti tutto il supporto di cui hai bisogno!

USUFRUISCI GRATUITAMENTE DEI NOSTRI SERVIZI PLUS

Eleva la qualità del tuo veicolo mettendolo al centro di una gamma di servizi gratuiti
a garanzia dell’efficienza e del risparmio.